I tre tipi di fisico che troverai in qualsiasi palestra: tu quale hai?

Vai in palestra, decidi di allenarti e di seguire una dieta, ma dopo qualche mese vedi che sei peggiorata/o?

Non preoccuparti è qualcosa che conosco benissimo. Leggendo questo articolo troverai la soluzione ai tuoi problemi. Scoprirai infatti come il tuo somatotipo comportamentale ti blocca nell’ottenimento del fisico dei tuoi sogni.

Son sicuro che non hai mai sentito parlare di somatotipo comportamentale, il che è normale visto che è un termine che ho coniato io dopo anni di analisi di quello che avviene nelle palestre ed in particolare nell’ambito fitness.

Nel corso di questi anni ho avuto modo di vedere almeno una trentina di palestre, sia in Italia che all’estero (mi sposto molto) ed allo stesso tempo son spesso in contatto con tantissimi esperti ed appassionati di fitness.

Inoltre, cosa più importante, nel corso della mia attività con DietaLampo e grazie alle discussioni fatte coi nutrizionisti dello staff ho notato che le persone quando decidono di rivolgersi a noi appartengono a tre categorie:

  1. Skinny fat (25% dei frequentatori);
  2. Persone mediamente grosse ma grasse, i fat builder (40% dei frequentatori). Come fisico sono circa hp4 al 18-19% di grasso);
  3. Persone secche ed estremamente definite, gli skinny o secchi (30%) . In media sono hp – 10 all’8% di grasso).

Poi ci son le persone che invece hanno capito come migliorare il proprio metabolismo e hanno un fisico statuario non troppo grosso. Queste son la minoranza, le statistiche che ho potuto riscontrare dicono circa il 3,3% dei frequentatori di palestra, cioè una persona ogni 30.

Infine abbiamo l’elite di persone con un fisico grossissimo e definitissimo, in questa categoria rientrano anche i dopati. Questo gruppo comprende il più grosso o i più grossi della palestra, meno del 2% dei frequentatori.

Ricordo che DietaLampo non si occupa di bodybuilding anche se lo usa come mezzo per migliorare il metabolismo. Chi volesse diventare enorme o doparsi, io lo sconsiglio assolutamente, è pericolo ed illegale, può affidarsi ai bravissimi preparatori che ci sono in giro.

L’obiettivo di DietaLampo rimangono i fisici statuari ed in salute che rientrano nel 3,3% di chi frequenta una palestra.

Chi avesse già un fisico di questo tipo non ha problemi, l’articolo sarà quindi dedicato alle prime tre categorie.

Ti starai chiedendo cosa indica il parametro hp. Prima di illustrare queste categorie è doverosa una introduzione su di esso.

L’HP è un parametro che indica la grossezza:
per calcolarlo prendi la tua altezza in centimetri e togli 100.

Quello è il numero dei Kg che rappresenta HP+0.

 

Esempio: se sei alto 170 cm sarai HP+0 a 70 Kg. Se pesi 75 Kg sei HP+5, se pesi 63 Kg sei HP-7

Questo parametro è approssimativo ma eccetto rari casi rende bene l’idea della grossezza delle persone. Un fisico atletico è hp – 5 al 10% di grasso, mentre un fisico abbastanza palestrato è hp+0 al 10% di grasso. Io mi trovo in questa situazione ad esempio. Più si sale come hp a parità di grasso più si diventa grossi.

Abbiamo detto che nel corso dell’esperienza mia e dello staff di DietaLampo si assiste mediamente a tre tipe di persone: gli skinny fat, i fat builder e i secchi.

Gli skinny fat, categoria più sfortunata, son quelle persone che anche se non hanno muscoli ed hanno una ossatura fragile hanno un po’ di grasso in evidenza.

Diciamo che gli skinny fat si possono considerare delle persone magre, senza muscoli con un po’ di pancetta. Scheletri con pancetta scherzosamente. Spesso questa categoria di persone non solo non conosce le basi dell’alimentazione ma è sedentario o pratica sport che non ti permettono di migliorare lo stato di forma.

Da notare che ognuna di queste categorie ha un fisico che riflette le sue tendenze comportamentali: proprio per questo motivo ho deciso di coniare il termine somatotipi comportamentali.

Procedendo nell’articolo vedrai i comportamenti e gli errori tipici di ogni categoria e capirai meglio cosa intendo.

Purtroppo sto notando in palestra sempre più skinny fat, persone che nonostante si allenino sembrano sedentarie. I motivi di solito son tre:

  1. Allenamento discreto o almeno sufficiente ma alimentazione completamente errata;
  2. Allenamento insufficiente (mancanza degli esercizi base, poca forza, ed esercizi eseguiti male e senza reclutare i giusti muscoli) ;
  3. Persone che fanno palestra in maniera incostante, questo è un esempio di comportamento che non aiuta.

Come risolvere il problema se ti trovi in questa categoria?

La soluzione in sé è molto semplice: fai palestra con molti esercizi base e cura l’alimentazione migliorando così il tuo metabolismo. Se non sai neanche da dove partire puoi scaricare la guida gratuita sui segreti per aumentare il metabolismo cliccando qui sotto:

Guida con gli 8 segreti per aumentare il metabolismo

La seconda categoria di fisico son i fat builder, le persone abbastanza grosse e grasse.

Queste son persone che di solito si allenano bene ma fanno due errori, uno alimentare ed uno strategico.

L’errore alimentare è nel non seguire correttamente l’alimentazione.

Spesso infatti queste persone confondono l’accumulo di grasso con l’aumento muscolare e durante le fasi di massa mangiano troppe kcal. Inoltre tendono a sottostimare le kcal che mangiano nell’arco della giornata e a fare molti sgarri.

L’errore strategico invece consiste nel non aver educato il proprio metabolismo prima di fare una fase di massa.

Spesso queste persone oltre a mangiare troppo nella fase di massa la iniziano a percentuali di grasso già elevate. Ovviamente se una persona è al 14% ed inizia una fase di massa la finirà almeno al 19% (se è fortunato). Questo significa che poi avrà un aspetto orribile, grosso ma privo di ogni forma muscolare. Inoltre queste persone hanno un elevata quantità di tessuto adiposo che contiene al suo interno l’enzima aromatasi. Questo enzima converte il testosterone in estrogeni limitando ancora di più la crescita muscolare.

Come si deve comportare questa categoria?

La soluzione migliore in questo caso è migliorare ed approfondire l’alimentazione. Ecco 5 utili consigli se appartieni a questa categoria:

  1. Fare un calcolo del fabbisogno calorico giornaliero usando alcune formule o con un calcolatore, ne puoi reperire tantissimi sul web, questo ad esempio è uno attendibile: Calcolatore fabbisogno calorico giornaliero
  2. Se ti trovi fra il 20 ed il 12% di grasso puoi fare un programma di ricomposizione corporea, un esempio è il nostro prodotto Come dimagrire e tonificare il tuo corpo in 60 giorni;
  3. Utilizzare applicazioni sul cellulare per il calcolo delle kcal ed il tracciamento dei macronutrienti come MyfitnessPal o FatSecret;
  4. Mangiare di meno fuori casa o scegliere nel ristorante pietanze o piatti semplici di cui si possono stimare i valori nutrizionali;
  5. Non iniziare fasi di massa se sei ad una percentuale di grasso superiore all’11-12% ed in ogni caso procedere in maniera cauta.

Infine abbiamo la terza categoria di soggetti, i cosidetti skinny. Queste persone vengono anche definite ectomorfi, ma mentre i somatotipi son teorici e non sempre trovano riscontro nella realtà, al contrario è un dato di fatto che esistono persone alte 180 cm che pesano 60 kg nonostante facciano palestra. Anche se sei alto 175 cm e pesi 63 kg ti puoi considerare uno skinny, specie se non hai ogni muscolo in evidenza.

L’errore principale fatto da queste persone come dice Lyle McDonald (uno dei più rinomati nutrizionisti sportivi al mondo) è quello di sovrastimare quello che si mangia.

Ho avuto una decina di pazienti che affermavano di non riuscire assolutamente a prendere peso. Dopo pochi mesi tutti e dico tutti hanno avuto almeno un incremento di 7 kg di massa muscolare.

Queste persone spesso non hanno un metabolismo veloce, tranne rari casi. Semplicemente mangiano troppo poco.

La soluzione per questa categoria di persone? Se tu appartieni a questa categoria ecco tre consigli:

  1. Calcola il tuo fabbisogno calorico coi programmi precedentemente citati. Fai una settimana in cui mangi normalmente (come al tuo solito, senza barare) e vedi se hai raggiunto la tua quota calorica. Nel 90% dei casi sei sotto e logicamente non puoi mettere muscolo;
  2. Aumenta il numero di pasti se non riesci proprio a raggiungere la tua quota calorica. Se ne facevi 4-5 puoi aggiungere altri due spuntini intermedi;
  3. Questo funziona sul 100% delle persone: inizia ad assumere calorie liquide. Quali sono i migliori alimenti per farlo? Avena in polvere, latte e miele. Puoi aggiungere anche altri alimenti come i semi di chia o l’olio extravergine di oliva. Puoi anche fare dei frullati. Le calorie liquide non solo vengono assorbite prima ma riempono anche meno. Prova a pensarci, tutte le volte che una persona inizia una dieta per dimagrire la prima cosa che si fa è togliere le bibite zuccherate e/o gassate.

Ricordo che se si seguono queste linee guida ma si sbaglia allenamento le persone rischieranno solo di ingrassare senza mettere massa muscolare.

Con questo abbiamo trattato le tre tipologie più frequenti di persone nelle palestre. Come avrai visto le competenze che son richieste per avere un bel fisico son tante:

  1. Devi sapere come alimentarti: quante kcal servono, quali sono i cibi migliori, quali quelli da evitare, come suddividere i macronutrienti. E non è detto che tutto questo funzioni. Ad esempio se applichi una dieta ipercalorica nel momento sbagliato rischi solo di fare danni ed accumulare grasso al posto di muscolo. Soprattutto rischi di rovinarti il tuo metabolismo. Serve quindi una giusta strategia.
  2. Di conseguenza devi saper valutare la tua condizione di partenza che dipende dal tuo tipo di fisico e dal tuo grasso corporeo. Se non hai idea della tua percentuale di grasso è inutile seguire una dieta perché l’alimentazione varia in base alla tua forma iniziale. Se non hai la giusta strategia ricadi nell’errore strategico fatto dai fat builder o peggio ancora dimagrisci perdendo tutti i guadagni fatti.
  3. Devi sapere come allenarti: che tipo di allenamento fare, quali esercizi, quante serie, quante ripetizioni, come inserire dei cicli di forza, come variare le esecuzioni in base alla tua conformazione fisica, come fare le esecuzioni in maniera corretta e come migliorarle, quando e se inserire una settimana di deload (pausa).
  4. Devi ancora di più avere una psicologia salda. Come hai visto alcuni di questi errori dipendono dal tuo atteggiamento: persone troppo magre tendono a sovrastimare le kcal ingerite mangiando troppo poco, i fat builder tendono ad abbuffarsi e a sottostimare quanto mangiano. Infine gli skinny fat non hanno la costanza e la motivazione per allenarsi e mangiare bene. Inoltre se non sai quale è il tuo obiettivo, quale è il tipo di fisico che vuoi raggiungere, ti stai solo muovendo a caso.
  5. Infine devi imparare ad organizzarti. In un mondo parallelo e felice uno può andare in palestra quando vuole, mangiare quello che vuole e fare la spesa dove vuole. Nella realtà tantissime persone lavorano e hanno poco tempo, altre studiano, altre per questioni di lavoro mangiano fuori casa o viaggiano spesso. E non ho parlato della difficoltà di fare la spesa. Con tutte le frodi alimentari, i finti alimenti made in Italy che provengono dalla Cina, tutti i prodotti che ci son nei supermercati è difficile imparare a fare la spesa bene. Servirebbe una lista della spesa che ti dica esattamente cosa mangiare in base ai supermercati che hai vicino. Lo so caro lettore, con tutti questi problemi è molto difficile dimagrire. Come si può risolvere questa situazione? Imparando ad organizzarti e a fare la spesa in maniera corretta.

Tutto questo è semplicemente un casino. Se fosse facile dimagrire tutti avrebbero un bel fisico, ma come vedi solo il 5% delle persone che va in palestra sembra tale.

A questo punto hai due scelte:

O impari tutte queste competenze di valutazione strategica, alimentazione, allenamento, corrette esecuzioni, motivazione e gestione del tempo e della spesa.

O trovi un sistema che faccia tutto questo per te.

Ora dimmi una cosa,quanti sistemi conosci che:

Ti seguono passo-passo aiutandoti a valutare la tua condizione di partenza;

Ti fanno una dieta fatta da un nutrizionista ed un allenamento su misura e valutano il tuo modo di allenarti attraverso dei video;

ti motivano psicologicamente secondo i tuoi obiettivi e ti danno la motivazione nei momenti più duri;

ti diano la lista della spesa e ti dicono dove comprare i prodotti.

Io non conosco nessuno che faccia tutto questo, ed è proprio per questo motivo che è nato DietaLampo, il primo sistema di dimagrimento accelera-metabolismo.

Il nostro è un sistema di dimagrimento perché comprende tutto questo a 360 gradi.

Siamo specialisti nel migliorare il metabolismo (la tesi di laurea al master di uno dei nostri nutrizionisti riguarda proprio questo) perché abbiamo visto che è la chiave di volta per dimagrire ed essere tonici.

Abbiamo creato un programma di coaching apposito che fin’ora ha aiutato oltre 300 persone e che fa tutto quello che ti abbiamo detto.

Vuoi saperne di più? Contattaci in privato cliccando qui sotto:

Contatto DietaLampo

 

Commenti Facebook