3 Segreti per fare un allenamento LAMPO strappati ad un coach della produttività

workout-time

 

“Solo una oretta, poi ho un appuntamento con un cliente dall’altra parte di Palermo!”

Meno di un’ora dopo mi ritrovai con Mario traghettato per le vie di Palermo fra Via della Libertà, il teatro massimo e tanti piccoli locali tipici della zona.

C’ero già stato a Palermo qualche anno prima, e devo ammettere che i tour operator dovrebbero prendere spunto da Mario per quanto riguarda la produttività.

In meno di un’ora ho potuto apprezzare a pieno l’atmosfera palermitana più di quanto avrei potuto fare in 3 visite guidate.

E soprattutto ho dovuto rivedere il mio concetto di produttività dopo aver visto l’agenda dei clienti di Mario, famoso personal trainer di Palermo.

I risultati che ottiene da anni Mario nel campo della produttività e nei suoi clienti come personal trainer sono incredibili, averlo come ospite qua sul blog DietaLampo era d’obbligo..

Chi altro può spiegare meglio la gestione del tempo se non lui? Lascio la parola a Mario..

 

MARIO GIGLIO:

Andiamo dritti al punto!
Pochi giorni fa mi è capitato di andare a fare un allenamento in una palestra “tradizionale” dove c’è la sala fitness aperta a tutti, come probabilmente farai anche tu, e mi son sentito spaesato e ho notato comportamenti improduttivi da tutte le parti.
C’era gente che perdeva almeno 3-4 minuti tra le serie di pompaggio per parlare con amici, o mandare SMS, o vagare per la sala. Gente che passava 45 minuti in spogliatoio o al bar, e così via.

Ti faccio questa premessa perché allenandomi e allenando gente in uno studio di personal training da parecchi anni non ero più abituato, e il mio orientamento è quello di strutturare un regime che faccia avere il massimo dei risultati nel minimo del tempo a tutti i miei clienti.

Proprio per questo voglio darti alcuni trucchi per rendere super produttivo il tuo allenamento e lo stile di vita annesso, in modo da farti perdere meno tempo durante la tua giornata e impiegare meno mesi per raggiungere il tuo corpo da estate… d’altronde non è proprio lo scopo di Dieta lampo del nostro amico Andrea?

Siamo alla ricerca di risultati, non di tempo da perdere.
E’ fondamentale ottimizzare i parametri di volume delle serie, intensità di allenamento, per strutturare un ottimo programma, ma ci sono altri parametri che ben poche persone considerano e che rendono il tutto molto più complicato del previsto.

La motivazione ad esempio, potrebbe non essere un problema per te se sei uno studente universitario con tanto tempo libero e la possibilità di gestirti gli esami, ma potrebbe diventarlo in prossimità della laurea.
O potrebbe essere un grosso problema nel caso tu sia un imprenditore o un professionista con una agenda molto fitta.
Come ottimizzare la motivazione all’allenamento anche nei giorni in cui sei pieno di impegni?
Ci viene in aiuto la tecnica dell’agenda a zero spazio, che consiste nel fissare tutti gli appuntamenti con te stesso come se fossero appuntamenti con un cliente.
Prendi il calendario di Google la domenica, e fissa gli orari del tuo allenamento in anticipo, soprattutto se lo fai a casa o in autonomia in palestra (quindi non hai qualcuno che ti sprona o ti aspetta), e datti un tempo limite.
Devi decidere prima quanto deve durare la tua sessione, e strutturare su carta ogni tua sessione a livello di tempi, devi sapere quanto dura il riscaldamento, quanto la parte centrale e quanto (se ne fai) il cardio o il condizionamento metabolico.
In questo modo eviterai di perdere tempo parlando con le persone tra le serie, eviterai comportamenti come perdere tempo in reception o al bar della palestra.

Ogni tanto concediti degli sgarri da questa routine come premio per aver organizzato bene il resto delle giornate, ad esempio prenditi 1-2 sessioni più orientate allo svago dopo il completamento di ogni microciclo con successo.

Un altro modo per ottimizzare la produttività del tuo allenamento consiste nel lavorare con dei tempi fissi per esercizi, le modalità di lavoro basate sugli intervalli di lavoro (tabata, EDT, AMRAP) possono aiutarti a fare questo.
Ad esempio scegli due esercizi base che coinvolgono muscoli grandi (petto e dorso, o arti inferiori e spalle) e lavora di densità con un lavoro come l’EDT, in questo modo con 30 o 45 minuti di allenamento sarai già a posto e avrai ottimizzato la sessione.
Puoi far questo quando sai già che hai poco tempo a disposizione, oppure quando sei in viaggio per qualche corso o evento e hai pochi minuti per stare in palestra in albergo come mi capita spesso.

Di fianco all’allenamento deve però esserci anche una produttività alimentare come mi piace definirla, e per fare questo anche qui devi PROGRAMMARE. Ricorda sempre che “chi fallisce la pianificazione pianifica il fallimento”.
Per programmare la tua alimentazione ti vengono in aiuto app comodissime come MyfitnessPal e gli altri diari alimentari per regimi come la dieta flessibile.
Lo scopo è sapere quanti macronutrienti raggiungere giornalmente, e per farlo puoi programmare dei piani di esempio, oppure puoi impostare ogni mattina (sapendo già più o meno cosa mangiare) il resto della giornata, e adattare le quantità in modo flessibile se cambia qualcosa.
Io ho degli esempi di pasto, e le differenti quantità, e a colazione dopo che ho scelto cosa mangerò imposto il resto sul mio telefono con la mano sinistra mentre mangio con la destra… ti sembra troppo estremo? 😀

La produttività alimentare passa anche dal preparare pasti e fare la spesa in BLOCCHI.
Anche qui, non ha senso fare la spesa per acquistare 4-5 oggetti, perché il processo passa da: prendere la macchina, trovare parcheggio, entrare nel supermercato, scegliere gli oggetti, pagare, tornare a casa, tutto questo ti porta via almeno 20-30 minuti extra se lo fai al ritorno da lavoro o anche di più, e giornalmente può essere una bella seccatura… e magari ti ritrovi a casa senza spesa e consumi cibi non adatti.
Invece ti consiglio di lavorare per blocchi, scegli sul tuo calendario 1 ora di tempo dedicata al fare la spesa, prepara prima una lista con le quantità che in genere consumi per 7-12 giorni, e organizzati per prendere il tutto in 1 blocco solo.
Le uniche cose che magari dovrai prendere più spesso son la frutta e verdura, ma in realtà se le conservi in frigo durano almeno 7-10 giorni.
Io blocco da 2 a 3 volte AL MESE per andare a fare la spesa, circa 150€ a volta ma almeno son certo di perdere solo 2 o 3 ore al mese (che intanto possono essere utilizzate per fare telefonate ai clienti mentre sei in giro per il supermercato).

E cosa fare quando invece non ti senti in grado di prendere abitudini corrette e di riuscire a lavorare per liste, obiettivi e compiti giornalieri? Probabilmente stai commettendo uno di questi 3 errori killer della tua programmazione giornaliera che ti svelo in questo quiz gratuito che ho preparato per te, e in regalo anche la guida che ti aiuta a correggerlo e renderti più produttivo, corri a farlo finché è gratis, lo trovi qui:

Quiz per triplicare la tua produttività

Saluti e buona organizzazione della tua giornata!

Dott. Mario Giglio – Specialista della produttività

12235146_10208148602063668_8692710439150313814_n

PS Ho creato questo quiz come strumento di produttività per sapere in pochi secondi i problemi della gente, e devo dire che ho ottenuto abbastanza dati per poterci creare una app a pagamento. Purtroppo fra poche ore il quiz verrà tolto dal mercato e sostituito con una app al prezzo di 47 euro. Approfittane ora prima di dover pagare!

Quiz per triplicare la tua produttività

 

Commenti Facebook