L’effetto collaterale di tutte le DIETE (che ti sta uccidendo)

cibo

 

Ciao a te da Andrea Lampis di DietaLampo, oggi qui in veste di cantautore per narrarti una delle storie più tristi che si ripete da tempi immemorabili.

Tu, una dieta ed una bilancia.

FINE DELLA STORIA.

Vogliamo articolarla meglio? Iniziamo dal principio. Ti avviso l’articolo è un po’ lungo ma TUTTE, proprio TUTTE le persone che l’hanno letto in anteprima ancora mi ringraziano per quello che ho scritto.

Come ogni anno verso Aprile abbiamo il boom di iscrizioni in palestra e di riviste acquistate per rimettersi in forma e superare la prova costume. Che poi la gente mi deve spiegare cosa cacchio si intende con prova costume. Prova nel senso che entri nel costume? Allora compra una XL.

A parte gli scherzi, immagina la situazione che si ripete ogni anno:

l’inverno ti ha dato una felice corazza che molto probabilmente ti ricopre il pancino se sei uomo e i fianchi e le cosce se sei donna. Del resto hai bisogno di isolarti termicamente dal freddo.

Decidi quindi di voler eliminare i kg di troppo e allora ti affidi ai rimedi dell’ultimo minuto o alla dieta del tuo amico palestrato perché lui è in forma. Magari decidi di investire addirittura 2 euro (!) e ti compri una rivista con quelle diete molto carine, c’è la dieta della banana, dell’anguria o della patata. E poi abbiamo le diete delle VIP.

Su internet è un fiorire di diete e di prodotti creati ad hoc per fregarti con la loro promessa: torna in forma per l’estate, supera la prova costume ed altre idiozie di questo calibro intellettuale. È solo l’imbarazzo della scelta quale fare, del resto il web è carico di notizie, ci trovi tutto. Come nei negozi dei cinesi.

 

Magari fai il passo successivo e ti affidi ad un NUTRIZIONISTA o ad un DIETOLOGO, che creano una dieta su misura per te.

Preso dall’entusiasmo se sei nel 30% di persone più volenterose inizi a fare sport e ti affidi agli sport più gettonati: il nuoto e la corsa.

Dopo i primi giorni in cui rischi di collassare per strada ti abitui a correre ed anzi ci prendi gusto. Inizi a diventare un maratoneta che Forrest Gump a confronto è un principiante. Tutto sembra andare bene ed i primi kg vanno via che è una meraviglia. Ma come tutte le belle storie dopo un po’ vedi l’ago della bilancia che si stoppa e non vuole muoversi di lì.

E allora tu che fai?

Ti leggo nella mente, le operazioni che fai sono in sequenza queste:

  1. Riduci i carboidrati e mangi più frutta (come se la frutta non fosse composta da carboidrati). So già cosa stai per controbattere: che a te quello che ti fa ingrassare è la pasta. Non provarci a dire queste cose a me, anticipo tutte le tue mosse!
  2. Inizi a correre di più, le tue sessioni di corsa diventano un martirio e spesso torni a casa con 2 kg di liquidi in meno, tanta rabbia dentro che neanche la corsa te la elimina, e meno male che dovrebbe scaricare. Ovviamente non appena bevi un po’ di acqua recuperi all’istante i liquidi;
  3. Corri a digiuno o fai altre idiozie tipo correre con una busta per bruciare i grassi (oh no ti prego fa molto anni Ottanta);
  4. Digiuni e basta diventando un morto vivente stile The Walking Dead.

Il tuo organismo ti fa il contentino e perdi un altro chilo. Poi torni come prima. Allora scoraggiato dai la colpa al governo, dai la colpa ai politici ladri, ai tuoi genitori che ti hanno dato un metabolismo inutile ed infine a tutto te stesso. Leopardi a confronto sembra un ottimista. Ti chiedi dove sbagli e cosa cavolo hai fatto di male per meritarti questo.

Del resto tu ce la metti tutta ma non riesci a dimagrire…mentre la tua amica stronza mangia il doppio di te ed è magra perché al contrario di te che assimili tutto lei non assume le kcal. O se sei maschietto vedi tutti gli altri tuoi amici mangiarsi l’incredibile mentre tu sei obbligato a fare DIETE DRASTICHE e ORE DI CORSA e della tartaruga si vede solo il guscio capotato.

Allora cosa fai? Dici che la dieta non serve a niente, che i carboidrati ti fanno ingrassare e che hai un metabolismo che fa pena. Quindi mangi il doppio di prima e torni come prima, anzi no…ti piacerebbe!

 

Torni a pesare almeno 3-5 kg in più di prima perché l’EFFETTO YO-YO ti fa recuperare i kg con gli interessi e ti trasforma in una fisarmonica che sale e scende di peso.

E QUESTO SI RIPETE OGNI ANNO…

E se il problema di base non fosse il tuo metabolismo ma il fatto che NUTRIZIONISTI e PERSONAL TRAINER non possono aiutarti?

NOTA: A proposito di personal trainer. Se vuoi perdere subito 4 kg di puro grasso clicca qui sotto per scaricare la guida con gli 8 segreti per aumentare il tuo metabolismo che i personal trainer ti hanno nascosto.

Bene, non mi va di fare il finto comprensivo e dire che so come ci si sente, che ci son passato anche io. Non mi va più, non fa presa. Rabbrividisco solo al pensiero e voglio dimenticare tutti gli anni DI SCHIFO in cui anche io facevo questi GRAVI ERRORI.

Ora che so come evitare questo schifo una volta per tutte godo come un pazzo a vedere tante persone che son nate con una marcia più (e che magari si vantavano del loro fisico) esser diventati grassi. Le stesse che non credevano in me e che son state baciate da un metabolismo veloce ma poi adagiandosi sugli allori son state tradite dalla loro stessa sicurezza.

Ecco la prima cazzata che ti hanno detto e che ti è costato anni di sacrifici e di scarsi risultati è quella del METABOLISMO LENTO.

Non esiste un metabolismo costante, tatuatelo bene nel punto che guardi più spesso allo specchio.

Il metabolismo può essere manipolato e cambia di continuo, del resto lo fai sempre, sei un mago a cambiarlo al ribasso quando ti fai le diete fai-da-te o prese da internet in estate. Ogni volta che fai le tue maratone o ti alleni 8 ore alla settimana in palestra mettendo qualunque tecnica di intensità a caso stai facendo un insulto al tuo metabolismo che pronto ti ricompensa abbassando la sua velocità e facendoti ingrassare molto di più.

Ma il metabolismo è davvero così stronzo come sembra?

Un pochino si, ma se fa questo lo fa per il tuo bene.

Devi sapere che infatti ogni organo del tuo corpo deve essere dotato di una frazione di riserva. Ma cosa si intende con questa parola che fa molto nerd?

Hai presente quando fai uno scatto per prendere il pullman che stai perdendo o quel momento prima di vedere la persona che ami (oggi mi sento dolce)? Ecco, l'aumento del battito cardiaco che consegue a quello sforzo esiste proprio grazie alla frazione di riserva. Il tuo cuore ha un regime di battiti per minuto a riposo che è nettamente più basso rispetto a quello che si ha dopo uno scatto. Il tuo cuore a riposo non batte al massimo della velocità per due motivi:

  1. Evita un dispendio elevato di energie, mantenere il battito sempre veloce è come lasciare l'asciugacapelli acceso tutto il giorno tanto per fare. 2 kilowatt all'ora di bolletta in più. E visto che il nostro corpo va a risparmio preferisce risparmiare quando può;
  2. In caso di pericoli imminenti tipo il tuo datore di lavoro incazzato o i maledettissimi esami (che non finiscono mai) il tuo cuore può dare una accelerata e pompare più sangue nei momenti del bisogno. Il nostro organismo non riconosce un pericolo reale da uno immaginario, e nel dubbio preferisce prepararsi alla lotta o alla fuga.

La frazione di riserva indica in termini numerici quanto può modificarsi rispetto alla situazione e ai parametri iniziali un tuo parametro vitale.

Ed il metabolismo è ugualmente un parametro vitale e funziona proprio allo stesso modo.

Senza entrare eccessivamente nei dettagli si può dire che il tuo metabolismo è settato per lavorare ad una velocità che sta in mezzo fra una velocità minima ed una velocità massima. Queste due velocità che sono agli estremi son determinate da tantissimi ormoni ed altre sostanze presenti nel tuo corpo. Quando cambi stile di vita ed attui delle modifiche nella tua alimentazione crei delle modifiche nei tuoi ormoni che a loro volta rallentano o accelerano il tuo metabolismo.

Il discorso è estremamente complesso e so che ti potrei annoiare, quindi prima di iniziare partirò con un esempio.

Hai presente la solita storia che il rallentamento del metabolismo ha salvato le penne dell'umanità?

Se non la conosci molti brevemente il tuo corpo può modificare il tuo metabolismo rallentandolo quando si mangia poco. Questo nel passato serviva per resistere alle carestie. Quando non c'era cibo infatti avere un metabolismo elevato significava morire prima di fame. Proprio per questo motivo il metabolismo in caso di digiuni prolungati, assenza di carboidrati o eccessiva fatica rallenta. Inoltre il grasso con le sue 9 kcal per g costituisce una ottima riserva da utilizzare in caso di carestia.

Questo meccanismo che nel passato serviva a salvarti la pelle adesso nella società attuale è diventata un'arma a doppio taglio che ti fa ingrassare. E questo lo sa bene l'industria alimentare che vuole farti ingrassare con le miriadi di cibo spazzatura che ha inventato.

"Ogni volta che tu riduci drasticamente le calorie o fai troppa attività fisica non fai nient'altro che abbassare la velocità del tuo metabolismo."

In realtà le cose son più complesse, giusto per citarti qualche ormone ecco le modifiche principali che si creano quando ti metti a dieta ferrea:

  1. Gli ormoni tiroidei t3 e t4 riducono la loro produzione e si preferisce spostare l'equilibrio verso la formazione di forme ormonali inattive. Questo avviene sopratutto limitando i carboidrati per lunghi periodi. Come saprai probabilmente la tiroide è uno dei principali regolatori del metabolismo, tant'è che chi è affetto da ipertiroidismo spesso raddoppia la velocità del suo metabolismo ed è sempre magro;
  2. La leptina viene prodotta in minori quantità. Non considerare il tuo grasso come un tessuto inerte: esso produce una marea di ormoni e messaggeri chimici quali la leptina, l'adiponectina, la resistina e tantissimi altri. La maggior parte delle funzioni di essi non è ancora nota. Meglio conosciuto è il ruolo della leptina. Esso è un ormone che viene prodotto dalle cellule del grasso ed ha svariate funzioni fra cui quella di indurre la sazietà direttamente a livello del cervello. Più si dimagrisce e più si sta a dieta da tempo meno leptina viene prodotta e maggiore è il senso di fame che viene prodotto. Proprio per questo motivo ogni volta che sei a dieta dopo un po' ti vengono quei maledetti attacchi di fame. Come risolvere il problema della riduzione di leptina ed iniziare ad ACCELERARE IL METABOLISMO SUBITO? Continua a leggere l'articolo o se non vuoi aspettare clicca qui!
  3. Il tuo metabolismo rallenta a causa del diminuito peso corporeo. Il lavoro in fisica indica la quantità di energia che viene prodotta. Tanto più un corpo pesa tanto più a parità di spostamenti è richiesta energia per spostarlo. Allo stesso tempo un organismo più è pesante e più richiede energia per essere mantenuto in vita. Faccio un esempio estremo: una mosca ha bisogno di mangiare le stesse kcal di un elefante? Appare anche intuitivo del resto che meno si pesa meno si consuma.
  4. Durante la dieta si ha più fame, sia perché per dimagrire si riduce sempre di più l'introito calorico sia per la diminuzione di leptina precedentemente citata. Inoltre dopo molte settimane di dieta dal punto di vista psicologico ci si sente a pezzi e si ha necessita di mangiare i cibi che tanto ci mancano.
  5. Il tuo organismo ti fa compiere meno movimenti involontari come ulteriore meccanismo di difesa, e come ho scritto negli 8 segreti per aumentare il metabolismo una buona parte del consumo calorico è data dai movimenti involontari che compi durante la giornata. Questi movimenti fanno parte del NEAT, cioè del dispendio calorico da attività non attribuibile all'esercizio fisico. In poche parole le diete prolungate portano ad un abbassamento del NEAT. Del resto ogni volta che sei a dieta da un po' di tempo inizi a sentirti più stanco e ti muovi meno inconsciamente.

Questi son i meccanismi principali che entrano in funzione ogni volta che cerchi di dimagrire, ma ce ne sono tanti altri. Non ti ho parlato ad esempio del grasso ostinato e del perché esiste, che visto la complessità dell'argomento richiederà un libro a parte che ho intenzione di scrivere.

Per adesso sappi che il tuo corpo tende a mantenerti sempre al solito livello di grasso a cui sei sempre stato. Questo fa parte del meccanismo di difesa del tuo corpo, che cerca per il tuo bene di non finire le riserve di grasso (ricordi cosa succedeva nelle carestie?).

In poche parole esiste nel tuo corpo un termostato che regola i tuoi livelli di grasso:

  1. Quando questi scendono eccessivamente il tuo corpo fa di tutto per farti ingrassare coi meccanismi precedenti della leptina, dell'aumento di fame e del rallentamento del metabolismo che abbiamo già visto abbondantemente;
  2. Al contrario se ingrassi notevolmente tendi a perdere in un attimo i kg in eccesso in quanto il tuo corpo escogiterà una serie di meccanismi per farti tornare al peso di partenza. Ad esempio disperderà una buona parte di kcal introdotte. Io stesso su di me e sui clienti DietaLampo arriviamo a mangiare una quantità incredibile di carboidrati (oltre mezzo kg di pasta/riso/carboidrati al giorno) senza ingrassare. I meccanismi che intervengono sono molto complessi e fra questi possiamo includere lo sviluppo di proteine, dette disaccoppianti, che vanno a disperdere in calore parte delle calorie introdotte in eccesso.

L'aspetto negativo è che questo fenomeno è asimmetrico.

"Infatti una volta che vengono sintetizzate cellule adipose nuove queste rimarranno per il resto della vita."

Ogni volta che tu stai facendo un periodo Yo-yo recuperando i kg con gli interessi stai creando nuove bastardissime cellule adipose che non andranno mai più via.

Potrai ridurle di dimensione ma non spariranno MAI PIU', rendendo ogni volta più difficile il dimagrimento. Questo è anche il motivo per cui se sei stato obeso da giovane sai benissimo che è più facile ingrassare. Questo è il momento di dire basta a questi inutili tentativi di dimagrimento che non fanno altro che peggiorare la situazione.

 

Le cattive notizie son finite? No...

Al blocco nel dimagrimento contribuisce un altro aspetto ancora più insidioso e che spesso è la rovina delle donne: si tratta della ritenzione da whooshing.

Cosa è esattamente?

Si tratta di un fenomeno molto particolare. Hai notato che durante il dimagrimento ci son dei periodi di 10-14 giorni in cui nonostante tu segui la dieta il peso non scende di un solo grammo?

In quei momenti senti il grasso diventare più molle e senti la pelle che lo avvolge meno consistente. Per quale motivo?

Questo fenomeno si chiama whooshing e avviene dentro le cellule adipose. Esso consiste nella sostituzione del grasso con acqua per un periodo di tempo più o meno variabile. Il motivo è sempre il solito: il tuo corpo in passato voleva salvarti la pelle ed evitare di farti morire di fame. Le cellule grasse in questo caso si riempono di acqua proprio per essere mantenute di grandi dimensioni e pronte a ricevere i grassi per ritornare come prima. Per questo motivo le senti molli, dentro c'è acqua non grasso.

Come eliminare il fenomeno del whooshing?

Molto semplicemente basta riconoscerlo e continuare la dieta. Dopo un periodo di 2 settimane circa (a volte può essere molto maggiore) ti trovi con 2 kg di colpo in meno. Sono i liquidi che son andati via dalle cellule adipose. Esiste un modo per facilitare l'eliminazione dell'acqua?

Si, basta ogni tot giorni fare una ricarica secca, cioè assumere grandi quantità di carboidrati (almeno 5 g per kg) e poca acqua. In questo modo i liquidi presenti nelle cellule grasse vengono richiamati per osmosi e portati all'esterno.

Adesso è il momento di darti alcuni preziosi trucchi estratti direttamente dal mio programma di Coaching (a cui hanno partecipato realmente centinaia di clienti) per ripristinare il metabolismo in caso di rallentamento. Tante persone farebbero pagare questi consigli d'oro, del resto tenerti grasso e ignorante è il loro scopo.

  1. Fai dei pasti liberi ogni tanto

So che sembra paradossale. Tu fai ogni anno dieta ferrea senza sgarrare mai e non dimagrisci. Figurati se dimagrisci se ogni 5-7 giorni introduci una abbuffata. Il fatto è che al tuo organismo non interessa cosa pensi tu, il tuo corpo segue le leggi della biochimica e della fisiologia che son più o meno uguali per tutti. Se tu fai per un lungo periodo delle diete senza fare dei pasti ipercalorici e o con grandi quantità di carboidrati il tuo metabolismo rallenta. E lo fa per tutti i motivi che abbiamo visto prima: viene prodotta meno leptina, si ha più fame, ci si sente più deboli dal punto di vista psicologico. Il pasto libero ha proprio questo scopo. Mi raccomando: non deve essere un'abbuffata stile fiera del fritto. Va benissimo mangiarti una pizza ed un gelato, magari accompagnate da un bicchiere di birra. Ricordo che quello che conta ai fini del dimagrimento è sempre il bilancio calorico e se ti fai 7000 kcal in più in una giornata stai tranquillo che se le assorbi tutte non dimagrirai. Quando fare il pasto il libero? Diciamo che più sei grasso meno ne hai bisogno. Sopra il 26% di grasso corporeo (se non sai calcolarlo richiedi una consulenza da qui) Lyle McDonald, uno dei più grandi nutrizionisti del mondo ti consiglia un pasto libero ogni 2 settimane. Se sei fra il 16% ed il 26% di grasso corporeo dovresti fare un pasto libero ogni 10 giorni circa. Infine se sei sotto il 16% di grasso corporeo (in pratica hai la classica pancetta o un po' di cosce grandi) puoi fare un pasto libero una volta alla settimana. Più scendi più sarà necessario fare di frequente pasti liberi per evitare il rallentamento del metabolismo. Questo non te l'ha mai detto nessuno, anzi di solito ti dicono di fare il contrario, di rendere la diet più drastica.

 2. Fai i refeed di carboidrati. 

Per ripristinare i livelli di ormoni tiroidei puoi anche optare per una ricarica di carboidrati. Si tratta in poche parole di mangiare ogni X giorni una grande quantità di carboidrati nel corso della giornata e al contempo una bassa quantità di grassi. Le ricariche son consigliate solo se assumi già pochi carboidrati o se sei ad una percentuale di grasso al di sotto del 16%. Una buona ricarica potrebbe essere di 5 g a kg di peso corporeo di carboidrati fatta due volte a settimana se stai seguendo una dieta low carb o una sola ricarica di 8-10 g a kg di peso corporeo una volta a settimana divisa in due giorni consecutivi. Dopo la ricarica potresti avere un aumento di peso corporeo ma stai tranquillo si tratta solo di ritenzione. Nota estremamente importante: se sei sopra il 16% di grasso corporeo fai o un refeed o una ricarica ma non entrambe le cose.

    3. Fai un full diet break 

In poche parole si tratta di ridurre del tutto la dieta. Dopo un lungo periodo di dieta è necessario fare una pausa completa dalla dieta di 10-14 giorni. Attenzione, con pausa non si intende di iniziare a mangiare come prima, ma molto semplicemente di seguire una normocalorica. Purtroppo non posso sapere quanto pesi e che attività fisica fai ma dovresti calcolare il tuo fabbisogno e mangiare quel numero di kcal. Ogni 6-10 settimane fai una pausa totale dalla dieta di almeno 10 giorni. Questo servirà a ripristinare i livelli di leptina e continuare a dimagrire successivamente. Fidati quello che ti sto dicendo non te lo dice nessuno in Italia e so che può sembrare estremamente controintuitivo, ma se stai leggendo questo articolo vuol dire che finora non sei riuscito a dimagrire, quindi per favore dai retta a chi ha aiutato già tantissime persone. Poi se vuoi seguire in maniera più dettagliata un approccio puoi affidarti direttamente a dei professionisti.

   4. Riconosci il whooshing 

Quando non riesci più a perdere peso guardati allo specchio e controlla la consistenza del grasso. Se vedi che è molle significa che sei entrato nella fase di whooshing. Non devi avere paura, devi solo riconoscerla e proseguire la dieta come se nulla fosse e soprattutto senza pesarti. Continua così per altri 10 giorni e prova a pesarti di nuovo, se vedi che il peso è stabile fai una ricarica secca di carboidrati assumendo meno liquidi. Vedrai che nel giro di 24 ore troverai 1-2 kg in meno sulla bilancia e sparirà quell'odiosissimo strato di grasso. Attenzione: ci vuole molta esperienza per riconoscere l'effetto whooshing, cerca di non confondere il grasso vero e proprio con l'accumulo di acqua nelle cellule adipose. Proprio per questo motivo un programma di coaching con una dieta fatta da un nutrizionista è consigliato, soprattutto in vista dell'estate:

Clicca qui per scoprire gli 8 segreti per accelerare il tuo metabolismo

 

   5. Riduci l'aerobica, il volume e l'intensità dei tuoi allenamenti

Questo punto è fondamentale. Al posto di fare come tutti che aumentano la durata delle sedute di aerobica man mano che dimagriscono tu devi fare il contrario. Cerca di mantenere abbastanza costanti le tue sedute di aerobica o se vuoi puoi eliminarle del tutto. Quello che conta principalmente infatti ai fini del dimagrimento è solo il deficit calorico. E lo puoi ottenere anche senza fare un solo km di corsa. E no, anche le diete dove non si contano calorie in realtà contano, sono solo una strategia di marketing. Queste diete infatti ti danno cibi a bassa densità calorica per permetterti di mangiare quanto vuoi ma anche qui valgono le leggi delle calorie. Se vedi una dieta che non parla di calorie cestinala immediatamente perché ti vogliono fregare. Per quanto riguardo il secondo punto si vede che in palestra tantissime persone aumentano il volume degli allenamenti facendo una marea di tecniche di intensità come lo stripping, le superset o i set giganti. Fare più ripetizioni o le classiche schede da definizione non scatenerà il dimagrimento localizzato, anzi ti affaticherà soltanto rallentando a lungo andare il tuo metabolismo. Il tuo scopo nel dimagrimento è solo mantenere la massa muscolare che hai, quindi tutto quello che devi fare è un allenamento di mantenimento. Possono andare bene 1-2 esercizi a muscolo mantenendo le ripetizioni abbastanza basse, nell'ordine di 6-10. E nonostante questo vedo nelle palestre persone fare maratone di serie con gente che a momenti sviene sulla pressa.

 

Credo di averti dato abbastanza nozioni e probabilmente ti starai chiedendo quando cavolo finisce l'articolo. Ti informo che mi son limitato, ma sarei in grado di scrivere un libro solo su questi 5 trucchi che ti ho dato oggi. Dopo che ti ho dato tutti questi consigli che praticamente nessuno ti da e che ti risparmiano ore di sacrifici adesso è il momento di agire. Fai una cosa molto semplice, inizia tu stesso ad applicarli da oggi e se l'articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici su Facebook o sui social. Questi che ti ho dato son consigli generici e non sostituiscono ovviamente un piano personalizzato che si può fare solo con delle figure professionali competenti come i nutrizionisti, se desideri dimagrire SERIAMENTE avrai capito che mantenere il metabolismo elevato è fondamentale e per farlo dovrai utilizzare un sistema di dimagrimento che consente al tuo metabolismo di lavorare per te.

Io insieme ad uno staff che comprende nutrizionisti, fra cui uno, Giulio, specializzato nella biochimica del metabolismo umano, abbiamo creato il primo sistema di dimagrimento accelera-metabolismo che ti consente di dimagrire mangiando di più, facendo la metà degli sforzi e soprattutto senza ore di corsa. Per scoprirlo non dovrai fare nient'altro che cliccare il link qui in basso e iniziare a leggere la nostra guida gratuita con gli 8 segreti per aumentare il tuo metabolismo con coi abbiamo aiutato già tantissime persone con una percentuale di successo del 96%.

Buona lettura, ciao!

Clicca qui per scoprire gli 8 segreti per accelerare il tuo metabolismo in meno di 24 ore

 

 

Commenti Facebook